Fatturazione Elettronica: una mini guida per gli imprenditori

Oggi vogliamo cominciare una serie di approfondimenti dedicati alla Fatturazione Elettronica, per fare davvero chiarezza su cosa accadrà in azienda dal 1 gennaio 2019.  Innanzitutto, come dichiara l’Agenzia delle Entrate, la fattura elettronica è un documento informatico strutturato che ogni imprenditore, e quindi anche tu, dovrai trasmettere al Sistema di Interscambio (Sdl). Il Sistema recapiterà poi la fattura al destinatario.

Fatturazione Elettronica: perché accoglierla senza timore

Introdurre la fatturazione elettronica in azienda e avviare un processo di trasformazione digitale con serenità e senza problemi parte dall’analisi delle proprie esigenze, per scegliere il software per la gestione delle fatture elettroniche più adatto a te. Si tratta di capire il volume di documenti da trattare e la complessità organizzativa della tua attività.

Ti ricordiamo che, se hai già integrato uno dei gestionali ISILAB nella tua azienda, potrai usufruire del servizio di gestione elettronica delle fatture. Il risultato sarà una semplificazione delle attività di amministrazione e contabilità in azienda e più tempo per te per gestire il lato legato alle vendite e allo sviluppo delle strategie di marketing, promozione e altro per far crescere la tua attività.

Chi è coinvolto nella fatturazione elettronica

Esistono oggi tre categorie di utenti che dovranno utilizzare la nuova fattura elettronica e gestirla con il sistema Sdl dell’Agenzia delle Entrate o con altri software disponibili sul mercato.

  1. Microimprese e professionisti

Si tratta di una platea di 3 milioni di persone tra artigiani, commercianti, agricoltori che tipicamente fino ad oggi creavano a mano le fatture con Word o Excel senza fare affidamento a gestionali per la contabilità o software ERP. In altri casi si affidavano a un commercialista o consulente o ancora consegnavano a un intermediario la fattura cartacea.

Per questi micro-imprenditori sarà il commercialista a indirizzare verso la soluzione più adatta oppure quella per gestire la fatturazione elettronica al loro posto.

  1. Piccole e medie imprese (PMI)

In questo caso parliamo di 1 milione di aziende di piccole e medie dimensioni con una struttura organizzativa semplice, ma anche di studi professionali medio grandi che già possiedono un software apposito per generare fatture elettroniche in formato XML o PDF. Tuttavia non comunicano ancora con il sistema Sdl dell’Agenzia delle Entrate.

La soluzione migliore per la gestione della fattura elettronica è un software integrato nel gestionale, proprio come noi di ISILAB ITALIA abbiamo fatto per i clienti che hanno già scelto WINEMO. Puoi richiedere una prova GRATUITA cliccando su questo link: https://isilabitalia.it/software-gestionale-gratis/

  1. Grandi aziende

Fanno parte di questa categoria di utenti che passeranno alla fatturazione elettronica circa 70mila aziende con grandi volumi di fatture e che usano ERP evoluti o gestionali avanzati, in grado di creare già adesso fatture in formato XML. Si tratta di società che, per poter rispondere alle loro esigenze, sono già fortemente informatizzate e che necessitano di una soluzione in grado di integrarsi con il software ERP esistente. L’obiettivo è completarlo con le funzionalità necessarie per gestire le fatture elettroniche a norma di legge, ad esempio con l’introduzione della firma massima automatica e delega all’intermediario che trasmette i dati all’SDI.

Queste aziende necessitano anche della conversione della fattura nei formati standard accettati a livello europeo come il PEPPOL (Pan-European Public Procurement On-Line).

Pro e contro della fatturazione elettronica

Utilizzando la fatturazione elettronica ogni azienda e ogni Partita IVA potrà ridurre i tempi e i costi della gestione dei dati con un notevole incremento della produttività. Si tratta anche di un buon modo per avviare un processo di Digital Trasformation, necessario oggi a rimanere competitivi sul mercato e digitalizzare non solo la fatturazione, ma anche le relazioni con clienti e fornitori e tutte le attività che presentano un alto rischi di errore.

Parlando degli svantaggi della fatturazione elettronica, che probabilmente si vedranno nella prima fase del processo, abbiamo sicuramente la formattazione delle fatture digitali e l’adeguamento a diverse norme nei diversi Paesi, che potrebbero complicare le transazioni. Elevato anche il timore di frodi e violazioni dei dati, connesso all’utilizzo degli strumenti online.

E tu sei pronto a introdurre la fatturazione elettronica in azienda? Continua a seguire il nostro blog e i prossimi approfondimenti su questo tema.

Guarda i video tutorial sulla fatturazione elettronica realizzato da ISILAB ITALIA:

https://isilabitalia.it/category/tutorial/fatturazione-elettronica/

Contattaci per scoprire come integrare i nostri gestionali nella tua impresa:

https://isilabitalia.it/contatti/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.