Efficacia ed efficienza: come aumentare la produttività aziendale

produttività-aziendale

Obiettivo di ogni attività imprenditoriale è incrementare il business e la produttività aziendale, massimizzando i ricavi e riducendo i costi. Tuttavia, molte aziende non distinguono ancora l’efficacia dall’efficienza, dato che si tratta di due concetti ben distinti tra loro. Come aumentare, allora, la produttività aziendale attraverso questi due fattori? Scopriamolo in questo post.

Fare le cose bene o fare le cose giuste?

Per permetterti di capire la differenza tra efficienza ed efficacia, noi di ISILAB amiamo dire che efficienza significa fare le cose bene, ed efficacia fare le cose giuste riprendendo la definizione di Peter Drucker, il padre del management moderno.

Un’azienda efficiente sarà quella capace di fare le cose in modo più veloce, utilizzando meno procedure e risorse. L’azienda efficace, invece, allinea i miglioramenti del modo di lavorare ad obiettivi aziendali di alto livello. In entrambi i casi, l’obiettivo finale è migliorare la produttività aziendale. In che modo?

Quali misure adottare per migliorare la produttività aziendale

Le aziende di oggi sono iper focalizzate sui dati e le metriche volte a misurare l’efficacia, ma solo per il fatto che si possa misurare tutto non è detto che dobbiamo farlo. Compito dell’azienda produttiva ed efficace è quello di monitorare solo gli elementi chiave per il successo del business. Tuttavia, sono ancora troppe le imprese che faticano a capire quali sono i numeri che contano e solo un quarto dei senior executive è d’accordo sul fatto che i KPI devono allinearsi agli obiettivi strategici dell’organizzazione (Fonte: ricerca del MIT Sloan Management Review).

Quasi il 30% dei partecipanti alla ricerca ammette che le KPI aziendali non influenzano per nulla o poco l’approccio al business. Ecco allora l’importanza di promuovere l’efficienza e migliorare l’efficacia per incrementare la produttività aziendale, tenendo presenti tre aspetti chiave necessari al raggiungimento dell’equilibrio.

1. Strategia

L’efficacia aumenta facendo le cose giuste e si deve cominciare dalla realizzazione di un piano strategico in cui l’azienda identifica gli obiettivi specifici e crea tabelle di marcia per raggiungerli. Il piano diventa la spina dorsale di tutte le attività aziendali e rappresenta risorse, bisogni e visioni imprenditoriali definendo a livello di team e reparti le attività aziendali.

2. Metriche

Una volta ideato il piano strategico aziendale, è importante definire come misurarne l’efficacia e tenere monitorati i dati aziendali, identificando metriche e KPI. Naturalmente queste varieranno sulla base dell’obiettivo da raggiungere e dell’elemento da monitorare, ma è importante capire se si sta andando nella giusta direzione.

3. Impegno

Dopo aver deciso cosa fare e come monitorare il corretto andamento dell’attività, è importante che tutti in azienda si impegnino a rispettare il piano strategico, a partire dalla comprensione degli obiettivi aziendali e del ruolo di ciascuno per raggiungerli.

Ogni dipendente deve prendersi un impegno e poter misurare sempre i propri progressi, per migliorare efficacia ed efficienza lungo il percorso.

Naturalmente, aumentare la produttività massimizzando efficacia ed efficienza richiede anche l’utilizzo della tecnologia e di strumenti come il gestionale aziendale, che permette di automatizzare le attività di routine, velocizzarle e limitare l’errore umano.

Prova oggi stesso il gestionale ISILAB gratuitamente per 30 GIORNI e sperimenta da subito una maggiore efficacia ed efficienza anche nella tua azienda!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.