Cash management: cosa è e perchè è importante

cash management

Il cash management o gestione della liquidità è il processo che prevede la raccolta e la gestione dei flussi di cassa delle attività operative, di finanziamento e di investimento di un’azienda. Come puoi immaginare si tratta di un elemento chiave per quanto riguarda la stabilità finanziaria di un’azienda e per questo ISILAB non poteva pensare a un gestionale che integrasse anche questa funzione essenziale per ogni imprenditore.

I responsabili del cash management sono proprio i direttori finanziari, i dirigenti aziendali e i tesorieri aziendali, ovvero quelle figure che da sempre si occupano di gestione della liquidità e di analisi della stabilità e della responsabilità relative al cash management. Non è un caso che molte aziende falliscono nella gestione della liquidità per molti motivi diversi.

La scarsa comprensione del ciclo del flusso di cassa, la mancata capacità di fare cash management e gestire la liquidità e i cattivi investimenti sono tra le principali ragioni di questi fallimenti.

Cash Management: il ruolo delle nuove tecnologie

Oggi l’avvento delle nuove tecnologie offre un supporto concreto per migliorare specifiche attività tra cui il Cash Management o gestione della liquidità. Per questo l’evoluzione tecnologica deve essere vista positivamente e noi di ISILAB lo sappiamo bene, mettendo a disposizione delle aziende e degli imprenditori un software gestionale avanzato che comprende anche funzioni di cash management.

Quello a cui si assiste nel settore delle casse automatiche e del cash management è la necessità dell’imprenditore di adattarsi e perdere del tempo per capire i meccanismi della gestione del denaro. Il funzionamento efficace delle casse automatizzate prevede due variabili:

  • l’uso di uno strumento fisico (la cassa), che può richiedere assistenza tecnica e usurarsi;
  • l’uso di un software, come il gestionale proposto da ISILAB, che deve interfacciarsi con la cassa per consentire una comunicazione istantanea e in simbiosi.

Il ruolo del gestionale ISILAB nella gestione del Cash Management

Per supportare l’imprenditore ISILAB ha deciso di implementare le funzionalità di Cash Management nel suo gestionale, rendendolo un prodotto di punta per il commercio al dettaglio, oltre che per il settore delle ferramenta, dei ricambi auto e dei rivenditori di materiale elettrico.

In un periodo in cui lo Stato premia fiscalmente l’uso del gestionale e il passaggio all’Industria 4.0 è fondamentale per le aziende poter contare su strumenti avanzati, che permettano di gestire meglio il denaro e fare Cash Management in modo avanzato, restando al passo con i tempi.

Le casse automatiche, ad esempio, aumentano la sicurezza del punto cassa di ogni impresa e attività commerciale, controllano l’autenticità di monete e banconote e azzerano il rischio di furti interni o ammanchi di cassa per errori di battitura o resti sbagliati. Gestire in modo automatizzato il cash management migliora la tranquillità dell’imprenditore, che non è più preoccupato del conteggio del denaro.

Sviluppato per le esigenze della tua azienda, il software gestionale ISILAB è la soluzione integrata per il cash management e fornisce una fotografia in tempo reale di flussi, disponibilità e fabbisogni. Inoltre, la nostra soluzione permette di offrire all’azienda un controllo sistematico del costo del denaro e automatizza le operazioni di tesoreria.

Nel settore delle casse automatiche ISILAB ha avviato una collaborazione con PM Farma SRL, azienda attiva dal 2005 nel settore farmaceutico offrendo soluzioni innovative alle mutevoli esigenze dei suoi clienti. La sua profonda conoscenza del settore ha aiutato a sviluppare soluzioni che rispondono ai bisogni dei clienti di oggi, tra cui proprio le casse automatiche pensate per integrarsi con il software gestionale ISILAB.

Guarda il video per scoprire cosa può offrire il gestionale ISILAB alla tua azienda e come fare cash management con uno strumento avanzato e professionale, ma anche i rischi di una gestione non ottimale:

Per scoprire di più sul tema ti invitiamo a leggere questo studio della BCE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *